Il Danubio che si crede un Albero di Natale di Milena Scalambra

Il Danubio che si crede un Albero di Natale
 
Il nome è curioso, ma il risultato è dolcissimo: provare qesta ricetta casalinga per credere!
Ingredienti ricetta
  • 500 g di farina (300 g manitoba - 200 g 00)
  • 160 g di latte
  • 3 tuorli e 1 uovo intero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 10 g di lievito di birra
  • 40 g di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di miele di arancia
  • 80 g di strutto
  • 20 g di burro
Per il ripieno
  • crema alla nocciola
Per la finitura
  • tuorlo o latte
  • zuccherini colorati
Preparazione dolce
  1. Versare la farina nel cestello della planetaria
  2. Sciogliere il lievito nel latte tiepido insieme al cucchiaino di miele. Una volta sciolto aggiungerlo alla farina e avviare la planetaria con il gancio K o a foglia
  3. Unire l’uovo intero e 2 tuorli, lo zucchero e far impastare fino ad assorbimento. A questo punto aggiungere l’ultimo tuorlo rimasto con il sale e far assimilare completamente all’impasto
  4. Quando le uova saranno completamente amalgamate unire lo strutto e il burro e far impastare fino a che non siano completamente assorbiti
  5. A questo punto continuare ad impastare fino a che l’impasto non sia incordato (ho cambiato il gancio ed ho messo quello a spirale)
  6. Quando l’impasto sarà incordato mettere a lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio
  7. Trascorso il tempo necessario (circa 2 ore), sgonfiare l’impasto e formare un salsicciotto. Ricavare delle palline di circa 25 grammi l’una, schiacciarle con le mani per formare dei dischi e porvi al centro il ripieno (1 cucchiaino di crema di nocciola)
  8. Chiudere i dischi sigillandoli sul fondo in modo da formare un paninetto
  9. Formare tutte le palline e sistemarle a forma di albero di natale su una teglia coperta di carta forno
  10. Far lievitare fino al raddoppio in forno tiepido. spennellate con del latte o con del tuorlo sbattuto), cospargere con gli zuccherini colorati. infornare con forno caldo a 220° per 10-15 minuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto: