Tiramisù World Cup 2017: ecco com’è andata!

Data: 14 novembre 2017

Care amiche, il 5 novembre si è conclusa a Treviso la prima Tiramisù World Cup, il campionato mondiale di Tiramisù. In qualità di Main Partner (e ovviamente di grande appassionata di questo meraviglioso dessert) non potevo che essere in prima fila all’evento: è stata una giornata di festa all’insegna della bontà, e ho assaggiato Tiramisù semplicemente deliziosi! Quelli preparati con ricetta creativa mi hanno davvero stupita per gli ingredienti originali utilizzati, ma non solo: qualcuno ha aggiunto i miei Amaretti d’Italia alla sua creazione, è stato un vero onore! Le ricette tradizionali, invece, erano tutte preparate con i miei savoiardi Vicenzovo, e sono stata felicissima di assaggiarle… inutile dire che erano buonissime!

Tiramisù World Cup

Eccomi oggi per ripercorrere insieme a voi la giornata, sarà bello condividere e rivivere i momenti più significativi! Nella mattinata si sono sfidati in due tranche i 48 semifinalisti selezionati dopo la prima fase di scrematura, avvenuta il 4 novembre fra oltre 720 partecipanti provenienti da tutto il mondo. Volete un numero ancora più sbalorditivo? Per questa gara all’ultimo dessert sono stati utilizzati più di 20.000 savoiardi Vicenzovo, una cifra record! Fra i semifinalisti sono stati nominati i 4 concorrenti per la finale, 2 per la ricetta classica e 2 per la tradizionale. La sfida per aggiudicarsi il titolo si è svolta nel pomeriggio, in un crescendo di emozione stemperata dalla simpatica voce narrante di Moreno Morello, presentatore della finalissima.

Tiramisù World Cup

I concorrenti si sono confrontati per l’ultima volta con la loro ricetta, quella che avevano provato e perfezionato per mesi prima della gara, e in quel momento più che mai doveva risultare impeccabile. Le 4 creazioni sono state infine presentate alla giuria, che aveva seguito anche ogni passaggio della preparazione con curiosità e l’acquolina in bocca!

Tiramisù World Cup

La sala era gremita di spettatori, amici dei concorrenti e moltissimi rappresentanti della stampa internazionale, ma al momento dell’assaggio si è levato un silenzio solenne, in attesa della decisione. Moreno Morello ha poi annunciato la quarta, la terza e la seconda classificata, lasciando per ultimo il vincitore che ha capito di essere diventato ufficialmente il campione del mondo di Tiramisù e ha iniziato ad esultare, emozionatissimo dopo la tensione della giornata.
Volete sapere chi è? Si tratta di Andrea Ciccolella, ventottenne operaio del bellunese che si è cimentato nella ricetta classica presentando un Tiramisù molto elegante, ma soprattutto… buonissimo!

Tiramisù World Cup

Immagino siate curiose di conoscere qualche segreto della sua ricetta, vero? Andrea mi ha raccontato che sta tutto nel cercare di perfezionare le dosi fino a raggiungere il risultato perfetto, e ovviamente in qualche passaggio chiave del procedimento, che vi descrivo di seguito.

Tiramisù World Cup

Il nostro campione suggerisce di sbattere i tuorli con lo zucchero fino a raggiungere il doppio del loro volume iniziale, poi di aggiungere il mascarpone con grande delicatezza, fino a farlo incorporare perfettamente. Il momento chiave è quello dell’inzuppo dei miei Savoiardi Vicenzovo con farina macinata a pietra, che vanno immersi in caffè espresso freddo non zuccherato per 1/2 secondi e poi usati per formare il fondo. Dopo aver alternato gli strati di savoiardi e crema, si conclude con quest’ultima e una bella spolverata di cacao; il Tiramisù più buono del mondo è pronto, in tutta la sua squisita semplicità!

Care amiche, questo racconto mi ha fatto venire una gran voglia di Tiramisù, e a voi? Spero l’anno prossimo l’evento si ripeta con la stessa allegria e tanti ottimi Tiramisù tutti da assaggiare, nel frattempo che ne dite di prepararne uno seguendo i consigli del campione? Se decidete di provarci, inviatemi la foto con l’hashtag #matildevicenzi! A presto!

Per maggiori informazioni:  http://tiramisuworldcup.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *