Un’idea che amo per la tavola di Pasqua: l’albero delle uova

Data: 06 aprile 2012

E’ una tradizione nordeuropea, ma io la trovo così graziosa sulla nostra tavola!

Realizzare un “albero delle uova” richiede un minimo di lavoro, ma non poi così tanto.

Per il lato “albero” occorre procurarsi un piccolo vaso, qualche ciuffo d’erba e alcuni rami di forsizia o ciliegio.

L’erba servirà a creare un tappetino alla base del vaso, che coprirà il suo contenuto: qualche sassolino o la speciale spugna dei fioristi, per fissarvi i rami se necessario.

Per le uova, dopo averle svuotate con la tecnica che tutte conosciamo dalla nostra infanzia (come, non avete mai giocato a fare i due buchini, allargarne uno e soffiare fuori l’interno dell’uovo? Allora continuate a leggere, troverete un video che vi mostra la tecnica), lavatele delicatamente con acqua e procedete alla decorazione che più vi aggrada. Ah, dimenticavo: prima di svuotare le uova portatele a temperatura ambiente, sarà più facile.

(Potete anche decorare le uova sode, ma in questo caso il loro peso non vi consentirà di appenderle ai rami).

Una volta che avete preparato le uova, il modo migliore di appenderle è usando dei nastri,  fermati all’esterno dell’uovo con una perlina.

Qui ci vuole un po’ di maestria: dovete fare un nodo sul nastro che desiderate usare, e collegare l’altra estremità a un lungo ago – o un filo rigido, di nylon – che poi infilerete attraverso l’uovo (deve essere lungo in modo da spuntare sotto l’uovo prima che la parte alta entri completamente nel guscio).

Decidete prima quale delle due estremità dell’uovo sarà la parte alta, e fissate il nastro (o filo) all’esterno della parte bassa dell’uovo con una perlina colorata.
L’altra estremità del filo servirà ad appendere l’uovo al ramo.

Spero che l’idea vi piaccia… e se vi serve qualche piccola indicazione in più, questo video può aiutare!

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=tFI_rkVbqdQ]

Commenti

2 commenti su “Un’idea che amo per la tavola di Pasqua: l’albero delle uova”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *