Sono le 5, è piena estate, quale tè freddo offrire?

Data: 26 giugno 2012

Un bicchiere di tè freddo è forse la bevanda più adeguata ai caldi pomeriggi estivi (anche se, per quanto riguarda l’organismo, una bevanda calda è più salutare, come insegnano i beduini nel deserto, che bevono tè caldo alla menta), ma forse non tutte sanno che…

  • Ogni tipo di tè è adatto ad essere consumato freddo
  • La qualità del tè è molto più importante nella degustazione a freddo: un tè caldo di bassa qualità ma preparato ad arte sarà comunque bevibile, lo stesso tè lasciato raffreddare non sarà per niente buono (ragion di più per scegliere la qualità, ancora una volta!)
  • La preparazione a freddo – cioè quella che prevede che le foglie siano messe in infusione in acqua fredda, e tutta la teiera lasciata in frigo per 3 o 4 ore – produce una bevanda meno ricca di caffeina
  • Con la preparazione a caldo – ovvero quella tradizionale con l’acqua calda, la cui temperatura si fa scendere versando il tè in bicchieroni colmi di ghiaccio – si ottiene una bevanda più liquorosa e aromatica

E voi, come preferite il vostro tè estivo?

Lo sorseggiate caldo per diminuire la differenza tra temperatura corporea e temperatura ambientale, o lo gustate ghiacciato?

Vi aggiungete qualcosa o lo bevete nature? Fatemi sapere!

Commenti

2 commenti su “Sono le 5, è piena estate, quale tè freddo offrire?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *