Ricevimento importante? Ecco come prendere 10 e lode in materia di tavola elegante

Data: 03 maggio 2012

Care amiche,

apparecchiare una tavola elegante è sempre una bella sfida, ma secondo me va affrontata in scioltezza, senza farsi spaventare dagli aspetti formali.

Solo così avrete una tavola davvero da 10 e lode, in grado di esprimere eleganza, ma anche personalità.

Mentre vi passo la mia “lista magica”, vi esorto quindi a non prendere la cosa troppo sul serio…

1. L’ambiente – Curato, luminoso, con addobbi floreali moderati (un mazzo di fiori in una stanza di medie dimensioni è sufficiente).

2. Lo spazio a tavola – Per ogni commensale 60 centimetri almeno.

3. La tovaglia – Bianca o écru, adagiata sopra il mollettone e senza tracce di pieghe (c’è anche chi la stira sul tavolo…).

4. Le posate – L’argenteria è sempre bella, ma lo stile non è nel metallo, piuttosto nel non strafare con troppe posate: meglio cambiarle durante il pasto che disporne troppe accanto ai piatti.

5. Le porcellane – Io amo i piatti bianchi, ma capisco chi li apprezza colorati. I sottopiatti danno ordine e impostazione alla disposizione, ma attenzione che non diventino ingombranti (capita, se i commensali sono molti).

6. Accessori – Il pane su un piattino d’argento o bianco fin dall’inizio del pasto; sale, pepe, salse e altri accessori, invece, arrivano quando servono, e lasciano la tavola appena finito l’uso.

7. Acqua – Anche se molti affermano che l’acqua minerale vada lasciata nella bottiglia originale, io amo le caraffe in vetro; inoltre mi piace far trovare l’acqua già versata nei bicchieri.

8. Vini – Rossi non giovani: nella caratteristica bottiglia larga che li fa decantare e ossigenare; tutto il resto nelle bottiglie originali.

9. Segnaposti – In tono con i colori della tavola, dei piatti e delle decorazioni; se gli invitati sono meno di otto ne faccio a meno e invito personalmente ognuno al suo posto.

10. Centrotavola – Proporzionato alla tavola, che non disturbi la visuale degli ospiti; i fiori finti possono andar bene, purché di seta e davvero molto belli.

Adesso tocca a voi: avete voglia di dirmi cosa vi piace di più, in una tavola elegante?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *