Mise en place e vacanze

Data: 19 agosto 2015

Mise en place e vacanze

Mie care,
siamo in estate, tempo di viaggi, vacanze e suggestioni: non vorrete che le nostre belle tavole rimangano prive di tutta questa bellezza?

Ho sempre apprezzato chi, con naturalezza ed eleganza, riusciva a riportare un momento o un’atmosfera lontana sulla tavola, facendone – per così dire – un ingrediente della serata.

Ho così imparato anch’io, nel tempo, qualche accortezza per far rivivere il bello di una vacanza sulla tavola che riunisce amiche, amici e parenti.

Mise en place e vacanze – ecco cosa significa “portare la vacanza in tavola”

Porti la vacanza in tavola quando… il colore della tovaglia è così particolare che non puoi non chiedere da dove viene (e viene sempre da luoghi dove i  tessuti si lavorano in modo diverso dai nostri… e già la conversazione si fa interessante)

Porti la vacanza in tavola quando… un piccolo dono per gli invitati trova posto a tavola, in forma di segnaposto originale e nuovo

Porti la vacanza in tavola quando… la tavola “comunica”, anche  con oggetti inconsueti e inaspettati… una cartolina sotto il tovagliolo, non è forse più simpatica di un video sul telefonino?Mise en place e vacanze: il segnaposto a cartolina

Porti la vacanza in tavola quando… il racconto della vacanza o viaggio sa prendere la consistenza di una ricetta

Apparecchiare la tavola “raccontando” una vacanza è un’arte… spero di conoscere presto la vostra interpretazione! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *