Le vostre domande su “come fare il TiramiSu” e le mie risposte

Data: 09 ottobre 2012

Care amiche,

come tutte sappiamo, non c’è cuoca che in cucina non abbia i suoi segreti.

Vi sono però alcune cose che l’esperienza insegna a tutte.

Basandomi su queste “buone abitudini”, vorrei oggi dare una risposta alle domande di chi si appresta a preparare un dolce a me molto caro, il TiramiSu, tradizionalmente preparato con i biscotti Savoiardi.

Questi i quesiti che sento più frequentemente su questa specialità, che dà anche il nome al nostro sito:

  • Qual è la temperatura giusta delle uova, per un risultato ottimale?

E’ bene che le uova siano a temperatura ambiente. Basta tenerle fuori dal frigo per un paio d’ore, prima di iniziare la preparazione del dolce.

  • Il caffè deve essere zuccherato?

A piacere, dipende se vi piace un Tirami Su particolarmente dolce, o con una leggera sfumatura di amaro (io lo preferisco così).

  • E’ importante la temperatura del caffè?

Sì, molto. E’ bene che il caffè sia freddo, altrimenti i biscotti savoiardi possono spappolarsi.

  • Qual è la procedura migliore per l’inzuppo dei biscotti Savoiardi? Immergerli completamente e poi scolare l’eccesso, oppure bagnarli metà alla volta, prima da una parte e poi dall’altra?

Senz’altro la seconda. Per agevolarvi, versate del caffè su un piatto liscio e adagiatevi poi i Savoiardi, uno ad uno.

  • Per quanto tempo devo inzuppare i Savoiardi?

Per un tempo molto breve, non superiore ai due secondi.

  • Il cacao deve essere dolce o amaro?

E’ senz’altro preferibile il cacao amaro, che contrasta efficacemente con lo zucchero dei Savoiardi e della ricetta.

  • E’ bene aggiungere un po’ di liquore, come rum o marsala?

Anche qui, dipende dai vostri gusti.
In genere è bene lasciare il Tirami Su completamente analcolico se a tavola ci sono dei bambini; viceversa, i commensali adulti possono gradire un leggero tono alcolico.

E se ora vi è venuta voglia di questo magnifico dolce… vi ricordo che molte ricette di TiramiSu sono già presenti qui sul nostro sito.

Nonostante questo – lo sapete – io sono sempre felice di ricevere le vostre interpretazioni: vi aspetto!

Commenti

2 commenti su “Le vostre domande su “come fare il TiramiSu” e le mie risposte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *