Arte del Ricevere e Arte del Natale – il bon ton delle feste secondo Matilde Vicenzi

Data: 19 dicembre 2014

Arte del Ricevere a Natale, secondo Matilde VicenziMie care,

i giorni che ci separano dal Natale diventano sempre meno, e sempre di più le occasioni di incontro e visita.

Un po’ di frenesia prende un po’ tutti, nella gioiosa preparazione di queste giornate, quindi può essere utile una piccola “Guida al bon ton natalizio”… secondo me, naturalmente!

Sapete bene come ritenga importante l’Arte del ricevere, anche a Natale come in qualunque altro periodo.

Ecco quindi un piccolo promemoria di Matilde Vicenzi sul tema.

1 – Natale non è diverso dalle altre occasioni

C’è una sola regola che io tengo sempre in mente, quando ricevo qualcuno in casa, e chi mi conosce lo sa bene.

E’ questa: Arte del ricevere = far sentire i nostri ospiti a loro agio, Natale o non Natale!

2 – Doni sì, doni no, doni quando

La grande questione dei doni di Natale va – a mio parere – ridimensionata un po’.

Credo infatti che la sincerità debba venire prima di tutto, e una compagnia sincera e conviviale è già un regalo di per sé.

Per questo motivo, quando io invito le persone, preciso sempre che il dono che gradisco di più è la loro compagnia, ed è anche l’unico che mi aspetto.

Se proprio qualcuno ci tiene a omaggiarmi di un pensiero, faccio in modo di ringraziare in modo speciale, avendo l’accortezza di non creare imbarazzi, se – ad esempio – non tutti hanno avuto la stessa attenzione.

Se invece il dono è da parte di tutti i presenti, allora è bello dimostrare la gratitudine aprendolo insieme, e magari gustarlo in compagnia, nel caso sia qualcosa da mangiare o bere.

3 – Famiglia o amici?

C’è chi tiene separate le cerchie degli affetti: un giorno si sta con i parenti, un’altra data è dedicata agli amici…

Nulla di tutto questo per me: chi entra in casa mia è ugualmente parte dei miei affetti, ed è bello poter presentare persone di età e legami differenti.

4 – Improvvisate? Visite a sorpresa? Non fatevi sorprendere!

Può capitare di ricevere una visita inaspettata: qualcuno che vuole farci una sorpresa: in questo caso – sperando che l’improvvisata non sia 
Arte del Ricevere a Natale, di Matilde Vicenzi
inopportuna – è bene dimostrare gratitudine e condividere con gli eventuali presenti la sorpresa dell’incontro presentando le persone che non si conoscono.

Anche per questo è bene avere in casa qualche riserva di dolci da utilizzare per accogliere eventuali ospiti imprevisti.

Dimostrerete così che la vostra casa è davvero accogliente ed ospitale, anche… in mancanza di preavviso!

Foto:
Bacheche Pinterest di Matilde Vicenzi “La tavola di Natale” e “L’Arte del ricevere”

Commenti

Un commento su “Arte del Ricevere e Arte del Natale – il bon ton delle feste secondo Matilde Vicenzi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *