Il picnic di Pasquetta? Con eleganza e raffinatezza!

Care amiche, scommetto che avete aspettato questo giorno a lungo durante l’inverno. Anche voi, come me, non vedevate l’ora di godervi la freschezza del primo sole, in mezzo a un parco con gli amici e gustare un pranzo preparato tutti assieme?
Allora, se avete già la vostra tovaglia a tinte pastello, come piace a me, (qualsiasi colore va bene, ma evitiamo il verde: dovrebbe esserci già il panorama circostante!), siete pronti per qualche consiglio della vostra Matilde.

Le stoviglie
La plastica è comoda? Sì, ma inquina. Inutile godersi il verde se non facciamo uno sforzo per preservarlo. Usate stoviglie di carta o di legno riciclabile. Saranno anche più belle da vedere e daranno meno impressione di “caos”.shutterstock_118972543 copy

Le bottiglie
Ci saranno temperature variabili; al sole ci si scotterà, all’ombra ci saranno correnti fresche. Perché non sfruttare il vetro per mantenere la freschezza delle vostre bevande? Fa decisamente una figura migliore e più chic della plastica.

Le candele
Lo sappiamo, ogni anno, presi dall’entusiasmo del ritorno in mezzo alla natura, ci dimentichiamo che lì ci vivono insetti di ogni tipo. Portate qualche candela alla citronella, assicurata in un portacandele di vetro, per tenerli lontani e per dare un tocco elegante al vostro picnic.

Allora, è tutto pronto? La chitarra l’ha presa qualcuno? Allora vi state dimenticando solo una cosa: i sacchi dell’immondizia, rigorosamente riciclabili, per lasciare tutto come l’avete trovato!

Ricordatevi di inviarci le foto del vostro picnic chic usando l’hashtag #matildevicenzi. E… buona Pasquetta a tutti!