Il linguaggio dei fiori: comunicare con la bellezza

Data: 12 aprile 2012

Care amiche,

il post di oggi è su un argomento secondo me bellissimo, del quale potrei parlare ore e ore.

C’è qualcosa di più affascinante del linguaggio dei fiori?

“Ditelo con i fiori” non è solo un fortunato slogan pubblicitario, ma molto di più.

E’ senz’altro un segno di stile, scegliere questa forma di comunicazione, che – lo ricordo – corrisponde a messaggi precisi, quindi, se dovete fare un dono, o interpretare un omaggio floreale, eccovi alcuni significati del “linguaggio dei fiori”… 

Non è che un inizio: torneremo ancora volte su questo magnifico tema.

Agrifoglio, Anemone, Aquilegia:

Abbondanza, Amore tradito, Follia

– Arancio, Artemisia, Azalea:

Purezza, Contentezza, Gioia improvvisa

Biancospino, Bocca di leone, Bucaneve:

Fortuna, Capriccio, Nuova speranza

Calla, Campanula, Caprifoglio:

Raffinatezza, Galanteria futile, Fedeltà

– Camelia bianca e camelia rossa:

“Penso a te”, “Speranza e amore”

Mi fermo, altrimenti non finisco più, e vi lascio con questo bel video, che – nel presentare un romanzo intitolato proprio “Il linguaggio segreto dei fiori” – aggiunge alla mia lista i significati di:

– Cactus

– Rosa gialla

– Peonia

Qualcuno li conosce e vuole dirmeli nei commenti, prima di vedere il video?

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=aX06JP078B8]

Commenti

8 commenti su “Il linguaggio dei fiori: comunicare con la bellezza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *