Festeggiare la Giornata della Donna: certo, ma come?

Data: 07 marzo 2013

Festa della Donna!

Care amiche,
si avvicina una data importante per tutte noi, la Giornata della Donna.

Quali che siano le vostre abitudini celebrative, mi permetto di darvi qualche consiglio nel caso il festeggiamento preveda un’occasione conviviale in casa…

Prima di tutto, evitiamo qualunque eccesso: a mio parere non si confà mai a una donna, meno che mai nella sua Giornata.

Allo stesso modo, non insistiamo sul “fare tutto al femminile, ad ogni costo”, la trovo un’inutile forzatura… e se un gentiluomo vuole essere con noi, accettiamo l’implicito omaggio a noi signore.

Mimose sì, mimose no… anche se mi piace l’idea di un fiore simbolo della Giornata – scelto proprio per il suo periodo di fioritura – non vi nascondo che i mille mercatini di mimose (magari a prezzi sproporzionati) che spuntano all’improvviso a ogni angolo di strada… proprio non mi vanno.
Suggerimento: perché non adottiamo il colore giallo, per abbellire le nostre tavole e accompagnare i nostri piccoli doni, lasciando perdere l’ossessione del fiorellino a tutti i costi? 

Infine, cerchiamo di interpretare il tema: se daremo una lettura personale dell’occasione faremo onore al genere femminile con la creatività e la fantasia da sempre patrimonio femminile (una torta speciale, che riprenda un aspetto della festa, oppure un addobbo particolare della tavola, la suggestione di un filmato o una musica…)

Comunque sia, io festeggio a modo mio.
Volete sapere come?
Spiacente, dovreste aspettare… fino a domani.

Auguri a tutte!

Commenti

2 commenti su “Festeggiare la Giornata della Donna: certo, ma come?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *