Charlotte con meringa e crema pasticcera al cardamomo

Charlotte con meringa e crema pasticcera al cardamomo
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Mie care, siamo ufficialmente entrate in periodo pasquale! Sono sicura sarete impegnate nell’organizzare pranzi, cene e ritrovi con le persone che amate, per questo ho pensato ad una ricetta che riesca davvero a lasciare tutti a bocca aperta: una Charlotte con i miei Savoiardi Vicenzovo, con un cuore di meringa e con un inaspettato ripieno di crema pasticcera al cardamomo. Una combinazione un po’ eccentrica, ma davvero deliziosa!
Autore:
Porzioni: 6-8
Ingredienti ricetta
Per la crema leggera al cardamomo:
  • 200 g crema pasticciera
  • 4 g di gelatina
  • 15 g di acqua
  • 180 g panna montata
  • Bacche di cardamomo
Per la crema leggera alla vaniglia:
  • 200 g crema pasticciera
  • 4 g di gelatina
  • 20 g di acqua
  • 180 g panna montata
  • 1 bacca di vaniglia
Per la base:
Per il nido di cioccolato:
  • 100 g di cioccolato fondente
Per decorare:
  • Savoiardi Vicenzovo con farina macinata a pietra
  • Cioccolato fondente
  • Ovetti confettati colorati
  • Panna montata
Preparazione dolce
  1. Preparate la crema pasticciera, seguendo la ricetta base e aggiungendo i semi di cardamomo pestati, mentre scaldate il latte. Filtrateli versando il latte caldo sul composto. Procedete allo stesso modo per la crema pasticciera alla vaniglia. Lasciate raffreddare.
  2. Per alleggerire le due creme, procedete in questo modo: per prima cosa, montate la panna (in questo caso non deve essere montata a neve ferma, ma risultare morbida). Reidratate la gelatina in acqua fredda, ponetela in una ciotola sopra a ⅓ della crema pasticciera al cardamomo e scaldatela in microonde, o a bagnomaria, fino a quando non è completamente sciolta.
  3. Unite il composto al resto della crema pasticciera, mescolate energicamente con la frusta per evitare la formazione di grumi e, infine, incorporate la panna semiliquida. In questo modo, avrete alleggerito la vostra crema pasticciera, che diventa una chantilly “legata”, per la presenza della gelatina. Lasciate riposare mezzora in frigorifero. Ripetete il procedimento con la crema pasticciera alla vaniglia.
  4. Componete il dolce, avendo cura di fissare un nastro di acetato all’interno di uno stampo ad anello da 18 cm di diametro. Disponete sul fondo la meringa e ricopritela con la crema alla vaniglia. Sbriciolate grossolanamente i savoiardi, creando uno strato uniforme, e inumiditeli leggermente con una bagna al rum, preparata portando acqua e zucchero a ebollizione e aromatizzando con un bicchierino di rum.
  5. Ricoprite con la crema al cardamomo, livellandola con una spatola. Fate riposare in frigorifero per 1-2 ore.
  6. Se desiderate servire il dolce in occasione della Pasqua, potete preparare un nido di cioccolato, utilizzando degli stampi a semisfera in silicone. Fondete il cioccolato e colatelo sullo stampo per creare un disegno, lasciate solidificare a temperatura ambiente. Con questo procedimento, utilizzando lo stampo al contrario, sarà più facile staccare il vostro nido.
  7. Servite la charlotte decorandola con una corona di savoiardi, tagliati a metà e guarniti con il cioccolato, con ciuffi di panna e con il nido riempito di ovetti confettati.