Benvenuti nella mia casa in montagna.

Care amiche, come state? Non so voi, ma io non ce la facevo più a sopportare le calde temperature agostane, e qualche giorno fa sono scappata nella mia piccola casetta in montagna, da dove vi sto scrivendo. Oggi voglio condividere con voi qualche segreto di questo luogo magico.

photo-1445888834731-95b3d5539bf9La montagna è il regno del silenzio, dove in estate ci si rifugia dal borbottio delle spiagge e la routine delle città. Per questo, per rispettare questo posto stupendo, diventiamo più calmi, più sereni, in altre parole più silenziosi. Rispettare la quiete in
montagna è un dovere, ma anche una delle mie attività preferite in vacanza.

Di giorno è bello godersi l’aria pulita dei monti e il sole caldo. Ieri sono uscita per una passeggiata, facendo attenzione a seguire un sentiero sicuro senza improvvisare o strafare, cosa che in luogo isolato può mettere in serio pericolo. Ho notato che tutti gli altri escursionisti che incontravo mi salutavano con un bel sorriso, un’abitudine che mi è piaciuta molto e che ho subito fatto mia.
Sapete già che in montagna il tempo cambia in un batter d’occhio, perciò per non farmi trovare impreparata ho messo nello zaino un ombrello portatile e una giacca per ripararmi dal freddo. Fortunatamente, non ne ho avuto bisogno.


house-window-chair-verandah
Di giorno in maglietta, di sera col golfino. Molte case in montagna sono riscaldate a legna, e la mia non fa eccezione. Prendersi cura del proprio camino è anche una filosofia, un modo diverso e vintage di relazionarsi col nostro nido. Bisogna fare attenzione a dove conservare la legna, in un posto riparato ma non umido, e soprattutto non bisogna esagerare col carico specialmente nel periodo estivo, altrimenti il calore può diventare difficoltoso da gestire.
Qualcuna di voi vive in montagna? Se volete aggiungere qualcosa a questa piccola guida, l’indirizzo è sempre quello. Buon fresco a tutte!