Arte del Ricevere e il tè giusto per l’amica giusta

Data: 13 novembre 2015

Care amiche,

tutte noi conosciamo il piacere di un tè fra noi, magari accompagnato da una Millefoglie e… qualche confidenza.

Oggi vi voglio parlare di una piccola raffinatezza che mi ha sempre affascinato:

L’Arte del Ricevere e il tè giusto per l’amica giusta

In altre parole: il gusto sottile di scegliere il tipo di tè assecondando la personalità di ogni amica

Un gioco che può essere anche un piacevole spunto di conversazione.

Ecco quindi a chi proporre il tè giusto, secondo la vostra Matilde.Arte del Ricevere e il tè giusto per l'amica giusta

  • Tè nero dal gusto deciso (Ceylon, Darjeeling, Assam)

Da offrire all’amica tutta d’un pezzo, dalla personalità forte e senza mezze misure… un tè che le assomiglia!

  • Tè profumati o aromatizzati (alla pesca, al gelsomino…)

E’ il tipo di tè più romantico, e di solito chi ha gusto per le suggestioni dei profumi ha il cuore più sensibile.

Ebbene sì: il tè profumato o aromatizzato – sia esso derivato dall’uso petali di rosa o dal sapiente mix di olii essenziali – è la bevanda giusta per l’amica sempre innamorata!

  • Tè verde, cinese o giapponese

Perfetto per l’amica a cui piace essere un po’ controcorrente, che lo sceglie anche al ristorante orientale, per accompagnare un piatto salato.

Corrisponde a un gusto personale e consapevole: tutte noi abbiamo un’amica così, non è vero?

  • Tè bianco

Raffinato e prezioso, spesso costoso, va proposto all’amica al di sopra delle mode, dai gusti sofisticati e in grado di apprezzare – anche esteticamente – la magia della foglia argentata tipica di queste varietà di tè.

E voi, care amiche, che tè preferite per i vostri incontri conviviali?

Al di là di questo simpatico gioco, vi ricordo le regole base da non dimenticare mai nel servire e degustare una buona tazza di tè:


  1. Non far bollire l’acqua, il buon tè ha bisogno dell’ossigeno, che la bollitura disperde

  2. Utilizzare sempre una teiera, in terracotta oppure in vetro per le varietà più delicate quale ad esempio il tè bianco

  3. Rispettare i corretti tempi di infusione

  4. Dopo l’uso, riporre il tè in un contenitore adatto: la bevanda teme il buio, la luce, l’aria, il calore, l’umidità… insomma, va messa via bene, in vasi possibilmente ermetici

A presto, mie care, e attendo i vostri commenti sulle preferenze della varietà di tè, in rapporto alle vostre amiche!

Il piacere di una tazza di tè con le amiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *