Arte del Ricevere: in sottofondo… musica sì o musica no?

Data: 29 maggio 2013

Arte del Ricevere e Musica di SottofondoCare amiche,

parlare di Arte del Ricevere non vuol dire solo dove mettere la forchettina del dolce o come disporre i fiori sulla tavola: come sapete, per me galateo e bon ton significano considerare il piacere della compagnia nel senso più ampio, senza dimenticare gli aspetti legati all’atmosfera.

In questo senso, una cosa che mi incuriosisce sempre è l’uso che si fa della musica quando ci si ritrova…

C’è chi sceglie il “tappetino musicale” che riempie i silenzi ma non impegna, chi lascia la questione al caso selezionando una stazione radio qualsiasi, c’è chi cura la cosa maniacalmente… ebbene, qui vorrei dirvi come mi regolo io.

Come sempre nell’arte del ricevere, io cerco di fare in modo che i miei ospiti si sentano a proprio agio, quindi anche con la musica, le mie scelte tengono conto di:

– Chi sono i miei ospiti? C’è tra loro qualche musicista?

– La conversazione sarà vivace, o potrebbero esserci dei silenzi?

– Che età media hanno i miei commensali?

– Conosco i loro gusti musicali?

– Siamo certi che a tutti sia gradita la musica?

– Siamo in un periodo particolare, c’è qualche ricorrenza che possiamo richiamare con le melodie?

E infine, non meno importante:

– Di che umore mi sento?

Io mi regolo così… naturalmente non mi riferisco qui all’intrattenimento musicale “dal vivo”, che a mio parere non riguarda tanto l’arte del ricevere quanto l’organizzazione di una festa vera e propria.

E voi? Sarei curiosa di sapere quali attenzioni riservate voi a questo aspetto, che – secondo me – meriterebbe maggior attenzione!

Commenti

6 commenti su “Arte del Ricevere: in sottofondo… musica sì o musica no?”

  1. Bella domanda… in effetti, quando organizzo cene ed abbiamo ospiti, quasi sempre abbiamo musica in sottofondo… 🙂

    In genere puntiamo la tv su uno di quei canali sky che fanno musica senza interruzione orientandomi su robine “soft”, che, come dici tu, creano “atmosfera” ma senza essere dominanti (tant’è che a volte presi dalle chiacchiere, nemmeno ci accorgiamo della musica…).

    Come genere musicale a me piacerebbe mettere musica classica ma il mio Compare si rifiuta categoricamente senza pensare che nella musica classica ci sono veramente dei pezzi straordinari, affatto “noiosi”…. :I

    Quindi, alla fine, scegliamo un tema “neutro” che possa adattarsi ai gusti di tutti (certo con ospiti di una certa età non è che possiamo sparargli schitarrate e assoli di batteria :DDDD)…

    A Natale, manco a dirlo, A-D-O-R-O rispolverare i CD a tema e non solo quando si è a tavola ma anche, e soprattutto, mentre cucino… 🙂

    Un caro saluto!

    1. Mille grazie per la tua risposta… penso proprio che la musica sia un completamento ideale dei momenti conviviali di ognuno, bisognerebbe fare una compilation per ogni dolce, per ogni tipo di ospite, di serata, sei d’accordo?
      A presto!
      Matilde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *