Arte del ricevere i consigli di Eleonora Miucci

Data: 30 ottobre 2013

Care amiche, l’arte del ricevere, proprio perché è un’arte, va coltivata, custodita e arricchita ogni giorno.

Per questo accogliamo con immenso piacere i consigli di un’esperta: Eleonora Miucci, autrice del volume “Invitare con stile – Il Galateo di Madame Eleonora”.

Abbiamo già ricevuto i suoi consigli e l’abbiamo incontrata in un’intervista, anche in quell’occasione preziosa di suggerimenti.

Un party a buffet è sempre un’occasione allegra per invitare tanti ospiti insieme, ma perché non diventi troppo informale, ecco cosa ci suggerisce Madame Eleonora.

ORGANIZZARE UN RICEVIMENTO A BUFFET CON ELEGANZA E STILE di Eleonora Miucci

Eleonora Miucci per Pasticceria Matilde VicenziOrganizzare un party nella propria casa è l’ideale per ospitare molti amici in una sola volta e ricambiare così gli inviti che si ricevono durante l’anno.

E’ un modo carino per trascorre del tempo piacevole in loro compagnia senza troppe incombenze per la padrona di casa.

Solitamente è un’occasione semi-formale che richiede la conoscenza di alcune semplici regole di arte del ricevere.

Creare un buffet party richiede creatività, inventiva e massima cura nei dettagli.

L’invito viene comunicato almeno una settimana prima tramite una semplice telefonata o mail.

Come si organizza e come si allestisce?

– Un ricevimento a buffet si prepara partendo dalla scelta dell’allestimento, alle decorazioni, al cibo da offrire e agli spazi e tavoli su cui riporre stoviglie, bevande e food.

– La scelta dipende dalla personalità della padrona di casa che per l’apparecchiatura dei buffet potrà optare per tonalità sobrie o vivaci, fiori recisi o composizioni di frutta, tutto in base al suo gusto personale, senza dimenticare che gli elementi dell’evento devono avere il massimo ordine e devono essere in armonia con l’intero habitat.

– Consiglio per questo tipo di ricevimento piatti in porcellana, anche colorata, bicchieri lindi e di varie dimensioni in base ai cocktails scelti per l’evento, tovagliolini di carta o di stoffa, posate in acciaio e, per chi desidera un tocco di stile, segna-bicchieri personalizzati con il nome di ciascun commensale e piccoli tavoli dove poter riporre piattini e flûte sporchi.

– Servite cibo monoporzione, finger food, tartine, stuzzichini, tutto in abbondanza, senza dimenticare la piccola pasticceria, dolci al cucchiaio e friandises da offrire in un secondo momento.

Consiglio di stile:

Piccole candele da posizionare in vari punti della stanza che, insieme alla musica di sottofondo, aiutano a creare una piacevole atmosfera.

Ringrazio Eleonora per il suo gentile contributo e vi ricordo che potete seguirla online: sul suo blog, sulla pagina Facebook, su Twitter e su Pinterest.

Commenti

2 commenti su “Arte del ricevere i consigli di Eleonora Miucci”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *